venerdì 18 settembre 2015

BACK

Ritornato a casa tanto tempo fa, ricordato di avere un blog 5 minuti fa, eccomi mi sono presentato.
Non mi smentisco, come potrei farlo.
Ferie tutto  bene.
Punto.
Sono già da giorni dentro schemi ben dettati, diagrammi e flussi di cose da fare poco gestibili.
Sono in Abruzzo per esempio, adesso, in questo preciso momento, oggi ho fatto un reportage che jo sentito parecchio vicino, foto come voglio fare, immagini come voglio fotografare.
Avevo libertà, potevo decidere, dovevo fare quello che sapevo.
Cosi è venuto fuori un bel servizio, respirando sudore e amore per la passione.
Qui metto una delle immagini del reportage ,fatto alla palestra di boxe di Avezzano, fatto dove sudore e passione e sentimenti e paura e rabbia si fondono.
Ho sonno e sono non ubriaco ma nemmeno lucidissimo, domani devo fare altre foto, altre situazioni, altre cose.

Ho lo spazio mentale appena sufficiente per addormentarmi e finire la trafila di tasti che porta alla pubblicazione di questo post, e forse nemmeno,

2 commenti:

  1. Lo spazio mentale, quello sottolissimo, e che vedi stringersi sempre di più, di una sbronza leggera è uno stato d'animo meraviglioso ed estremamente sottovalutato.
    Mi sono letta tutto ciò che hai scritto.
    Bella musica.
    Poca fighettaggine.
    Tante seghe (mentali).
    Mi piace.

    RispondiElimina
  2. Una fotografia molto bella. Davvero.

    RispondiElimina